Interclub del 9 febbraio 2021 con Parma Est e Roma

Partecipazione straordinaria all’Interclub organizzato dal Club Parma Est. Oltre 90 i dispositivi collegati. Molte di più le paia di occhi davanti agli schermi. Gemellato con il Rotary Club di Roma, l’Ospite ha esteso anche a noi il legame di amicizia, che a nostra volta ci unisce alla Capitale. Una sorta di triangolazione fra gemellati, che significa condivisione di sentimenti e di stimoli su un campo comune.

Quello dell’arte e, prima di tutto, della bellezza che ne è connaturata e che proprio nell’arte trova la sua declinazione più evidente e naturale. Grande uso si fa del termine in questo periodo ed è un bene, si potrebbe aggiungere, perché di proporzione e misura, i suoi connotati estetici, c’è molto bisogno. Al netto della superficialità con cui la parola viene talvolta percepita e, poi, riecheggiata. Bellezza che è cultura, ovvio: ricordi del matrimonio classico con il buono, riferimenti anche ad altre bellezze, di altre Culture.

Salutati dal Governatore del Distretto 2072 Adriano Maestri, ci siamo sentiti subito vicini fra noi, perché pure è bella l’Armonia, gemella a sua volta di Proporzione e Misura, che nell’amicizia trovano un’altra forma espressiva.

La cornice, Parma. Capitale della Cultura nel 2020/2021. Sempre città dell’architettura, della scultura e dell’urbanistica. Città di università, di biblioteche, di musica e di teatro. Città raffinata, che ama l’Opera. Città del gusto, che dà valore al nostro vivere insieme. Le figure di questo quadro: Roma, immensa, eterna, unica. Carrara, città che ha da dire la sua, sede di maestria e dimora della materia protagonista di tante opere d’arte, arredi, ornamenti, monumenti, che appartengono a tutta l’umanità. Come l’arte e l’amicizia.

Un’acuta regia della serata, quella di Giancarlo Buccarella che è il Presidente del Club Parma Est, ha fatto risplendere la sapiente conduzione del viaggio virtuale in Google Art di Giancarlo Gonizzi, consulente di valorizzazione dei beni culturali. Interventi dotti e intelligenti, i suoi, sono stati la sponda del fluire colto di Maria Vittoria Alpi, esperta in conservazione e gestione dei beni e delle attività culturali. Da lei accompagnati nei singoli meandri delle possibilità tecniche del web, siamo giunti infine nell’ansa di Giuseppe Bertini, storico del collezionismo, già professore di Museologia e Storia del Collezionismo all’Università degli Studi di Parma, oltre che socio del Rotary Parma Est. I Farnese sono il tema che gli vale la fama di esperto internazionale e hanno costituito il tema del suo intervento. Un’occasione magnifica, di scoperta, dunque, della bellezza a portata di mano, sotto i nostri occhi.

L’auspicio che il seme di questa bella serata germini rafforzando un’amicizia duratura fra i tre Club intervenuti.



Lascia un commento