Il Prefetto Ventrice e la nostra provincia

La caratteristica che per prima traspare è l’eleganza. Da subito si ha l’impressione di un vero e proprio signore. I modi garbati e l’attenzione che riserva all’interlocutore infondono, in quest’ultimo, un senso di fiducia, in un uomo che appare di valore pari al ruolo che ricopre. Il dottor Ventrice è Prefetto di Massa Carrara, primus inter pares, per usare un’espressione antica e adatta a descriverne i tratti istituzionali. La capacità di sintesi che il latino porta con sé è in effetti significativa di quanto appena detto, non solo in ambito istituzionale, ma anche personale. La leadership, parola con cui il concetto può essere espresso in termini rotariani, è di certo una qualità che gli appartiene e che ha permesso ai soci di godere della sua presenza nella conviviale di martedì 8 giugno. Una serata speciale, che resterà nella memoria del Club, perché il Prefetto, non solo ci ha resi partecipi delle esperienze nel suo primo anno in provincia, ma è stato presentato come Socio Onorario. Scorso brevemente il curriculum brillante, con naturalezza e sincerità ha esteso ai soci le proprie considerazioni ed ha così stimolato una riflessione condivisa . La sua prospettiva è senz’altro particolare, l’alto ufficio che dirige è osservatorio privilegiato di tutte le dinamiche del territorio. E il lungo periodo che stiamo vivendo e che lascia solo adesso scampoli di ritrovata libertà è stato sicuramente un fattore di stimolo del tutto peculiare e inatteso. Tant’è che il dottor Ventrice tiene da tempo una riunione settimanale per monitorare gli effetti dell’emergenza epidemica sulle strutture sanitarie, sul tessuto sociale ed economico, in un comitato nel quale vengono rappresentate le diverse istanze coinvolte. Particolare attenzione in quest’anno ha posto anche al tema della sicurezza sui luoghi di lavoro. Forte anche l’impegno in campo culturale. Si è battuto infatti per la riapertura del Teatro Guglielmi di Massa, si è adoperato anche per consentire alla cittadinanza di godere della bellezza delle splendide stanze dell’Alloggio di servizio del Palazzo Ducale. Assai importante anche l’impegno per migliorare la cultura delle Istituzioni, di cui egli è il massimo rappresentante in provincia. Tanti i temi che la sua alta funzione deve toccare, tante le emergenze. Problematiche tutte che spesso richiedono non solo soluzioni difficili, ma anche immediate. Casistiche interessanti, che danno l’idea di quanto gravi sulle responsabilità del Prefetto.

Una bella serata, davvero, interessante e piacevole al contempo.


Lascia un commento