Una balena di ferro contro le plastiche in mare

Venerdì 11 giugno 2021 è stato inaugurato presso i pescatori al porto il raccoglitore a forma di cetaceo: qui le imprese ittiche di Marina di Carrara conferiranno gli oggetti plastica recuperati in mare.
Da una collaborazione fra Rotary Carrara e Massa e Alta Marea (la cooperativa delle imprese di pesca professionale) nasce l’idea di dotare l’approdo peschereccio del presidio necessario alla raccolta degli oggetti recuperati in mare.
Si tratta di un impegno corale, che ha visto coinvolti anche i Vigili del Fuoco di Massa Carrara, cui si deve la realizzazione concreta del raccoglitore. Nausicaa e il Comune di Carrara hanno poi affrontato, la prima, gli aspetti operativi, il secondo, quelli di valenza normativa. Non ultime, per importanza e per il buon esito dell’iniziativa, l’Autorità di Sistema Portuale che, disponendone la giusta collocazione nell’area portuale, ha dato il proprio essenziale contributo e la Capitaneria di porto, che ha fra i compiti di istituto la tutela del mare nel senso più ampio sia per gli aspetti ambientali che per quelli biologici.
La convergenza di attività di servizio, economiche e istituzionali è sfociata, dunque, in un bell’esempio di come la buona volontà trovi sempre un riscontro effettivo. In questo caso a tutela dell’ambiente marino, alla cura del quale già da tempo i pescatori professionali dedicano il loro tempo, riportando a terra o, meglio, ripulendo il mare dalle  plastiche che minacciano di soffocarlo.


Lascia un commento